La mia donna ideale è una escort

Sesso occasionale nella tua zona? Migliaia di persone ti stanno aspettando!

ISCRIVITI GRATIS

Ho sempre saputo che il sesso classico non faceva per me. Me ne sono convinto dopo l’ennesima storia finita male per via delle mie perversioni a letto. Anche con l’ultima donna alla fine di ogni scopata desideravo essere altrove, con una persona completamente diversa. 

Ma cos’è che non va in me?, pensavo. Niente, mi rispondeva la testa. E’ che proprio io non ero fatto per percorrere ogni notte lo stesso sentiero visto e rivisto, avevo bisogno di sentirmi sempre diverso e sfidare il mondo senza inibizioni. 

Accanto a me volevo una donna precisa e dinamica, dolce e sensibile ma poi – alla fine – da questa persona scappavo. 

Spesso mi è capitato di cercare annunci di escort sul sito megaescort.info, affinchè potessi trovare quella che per me potesse essere in quel momento la donna perfetta

Non ti chiede chi sei, non vuole sapere quanto zucchero metti nel caffè e come si chiama il tuo cane: vuole solo esaudire i tuoi desideri. Era proprio questo insomma che volevo, quello che ho sempre voluto. Su internet avevo trovato un annuncio che più di altri me lo faceva venire duro, era quello di una bellissima escort mora dai lunghi capelli neri (si capiva che erano profumatissimi e sensuali da avere addosso), curve libidinose e tettone morbide da succhiare: perfette per affondarci dentro il naso e la bocca. Diceva di essere attentissima a ogni minimo particolare, definiva sé stessa come una dea dell’amore.

E io le credevo, me la sognavo tutte le notti. Pensavo sempre a lei, in ogni momento del giorno: soprattutto quando ero con altre donne. Credo che le storie di sesso occasionale siano le migliori in assoluto, perché ti permettono di avvicinarti all’altra persona senza troppa filosofia. Non bisogna lasciarsi condizionare dalle convenzioni sociali e dalla timidezza. Un venerdì sera, in un locale del centro, dopo qualche mese dalla fine della mia ultima storia, avevo conosciuto Sandra, una commessa di intimo di un centro commerciale. 

Era bella e delicata, all’inizio mi ero illuso che potesse durare. Ma tutte le sere mi andavo a masturbare pensando a quella mora dai capelli neri. Volevo una escort, non una donna qualsiasi: volevo una dea, volevo venirle in bocca e magari nel bel mezzo di un mercato o della via dello shopping. 

Così, per la strada: sotto gli occhi di tutti. Avrei voluto che Sandra me lo succhiasse in pubblico, un giorno o l’altro. E invece finivamo sempre a letto, al massimo ricorrendo a dildo e manette.

La mia escort non lo avrebbe permesso, mi avrebbe dominato con uno strap-on e magari io avrei giocato con lei infilandogli dentro un plug anale. Non mi avrebbe mai detto di no, sarebbe piaciuto a entrambi. E invece, ancora una volta, anche quando scopavo con Sandra finivo per desiderare di essere altrove e con un’altra persona.

Non c’erano più dubbi, quel modo di fare non faceva per me. Così, finalmente, decisi che avrei fatto di tutto per stare con la mia dea dell’amore. L’avrei sculacciata per bene, poi le sarei venuto su quelle tettone morbide e profumate: avrebbe esaudito tutti i miei desideri, finalmente.

CONTATTAMI PER SCOPARE

Lascia un commento